25 giugno, roma: manifestazione contro la pessima “buona scuola” renziana

cgil

Le lotte e le proposte unitarie di insegnanti, personale ATA, studenti e genitori di questi mesi hanno bocciato la proposta della cosiddetta buona scuola del governo Renzi.

Di fronte ad una opposizione ampia, articolata e radicata in tutto il Paese, Renzi e la sua maggioranza hanno rifiutato qualsiasi confronto e proposta e usano l’arma del ricatto per azzittire anche le diversità presenti al loro interno.

Eventuali aggiustamenti e ritocchi non cambieranno la sostanza: il DDL scuola rimane una legge dannosa e incostituzionale.

Per questo partecipiamo tutti a un altro appuntamento della capitale, la manifestazione che si terrà a Roma il 25 giugno a partire dalle 17 a Piazza Bocca della Verità e che si concluderà a Campo de’ Fiori.

_

scuola ultimo atto: il frastuono della battaglia e il silenzio paraculo

Eccoci all’atto finale. Dopo avere liquidato lo statuto dei lavoratori e avere definitivamente compromesso la rappresentanza parlamentare a favore delle leadership dei partiti, il Partito della Nazione (a maggioranza PD, ma con una solida quota di minoranza berlusconiana) si accinge a minare le fondamenta della scuola pubblica e a farle saltare.

continua qui: http://www.wumingfoundation.com/giap/?p=21771

_

(bei) lampi dall’ANPI

la sacrosanta risposta dell’ANPI direi di leggerla non tanto (non solo) per rimandare al mittente la letterina del piddì, ma per chiarire e riesplicitare in pieno (non ce n’è bisogno? ce n’è sempre bisogno) quanto perfettamente compiutamente uguale a infinito (∞) sia la distanza dell’attuale compagine e politica del piddì da un qualsiasi anche fantasmatico profilo di “partito di sinistra”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/23/festa-unita-a-maranello-anpi-rinuncia-a-banchetto-pd-ci-ha-imposto-limiti-a-contenuti/1807626/

_