intervento di giovanni solimine

Giovanni Solimine: “sembra confermata una concezione delle biblioteche statali assolutamente residuale e marginale nel comparto dei beni culturali. Le biblioteche del MiBACT sono ormai al collasso: riduzione degli orari di apertura, scarsa accessibilità del patrimonio, invecchiamento delle collezioni, costante abbassamento del livello dei servizi erogati, contrazione dell’utenza. A fronte di questa situazione, il Ministero non riesce ad usare altri parametri se non quelli aritmetici. Mi sarei aspettato che l’Amministrazione esercitasse responsabilmente il diritto/dovere di compiere scelte incisive e orientate a governare lo sviluppo del settore o, quanto meno, a garantire la sopravvivenza degli istituti”
(IMPORTANTE LEGGERE TUTTO L’INTERVENTO, Perché mi sono dimesso dal Consiglio superiore dei beni culturali, QUI: http://www.giovannisolimine.it/perche-mi-sono-dimesso-dal-consiglio-superiore-dei-beni-culturali/#more-2220)