dal 7 aprile: percorsi fotografici su gianni sassi, a milano

Gianni Sassi

3 percorsi fotografici e altri incidenti

a cura di Gino Di Maggio, Sergio Albergoni e Fabio Simion

Inaugurazione: giovedì 7 aprile, ore 18.30

Mostra 8 aprile – 22 aprile 2016
Fondazione Mudima – via Tadino 26 – Milano

C’è voluto quasi un quarto di secolo, ma è in dirittura d’arrivo il racconto quasi completo del lavoro di Gianni Sassi. Sarà completato solo quel giorno in cui qualcuno sarà in grado di intervistarlo, di scavare nel profondo, di portare in superficie amori e dolori, concretezze e delusioni, figli e figliastri.

Gino Di Maggio, Sergio Albergoni e Fabio Simion hanno voluto, per il momento, chiudere il cerchio intorno alla figura di Sassi completando quanto già indagato da altri e reso fruibile attraverso pubblicazioni, convegni e concerti.

L’occasione di chiudere il cerchio – ci dice Di Maggio – si è presentata nello stesso momento in cui abbiamo preso coscienza della quantità e della qualità del lavoro fotografico reso disponibile da Fabio Simion, Fabrizio Garghetti e dallo studio Lelli & Masotti. Grandi fotografi che hanno seguito l’avventura di Sassi ciascuno seguendo la propria sensibilità, ciascuno contribuendo a documentare un aspetto del poliedrico lavoro di Sassi.

C’è tutto: dagli eventi di strada, alla destrutturazione di un catalogo commerciale, dalla promozione “di mano in mano” de La Gola, agli interventi artistici più rispettosi delle tradizioni. C’è la fusion tra musica degli Area e gesti Fluxus, tra la forma di un manifesto pubblicitario e la deformazione del messaggio.

Un viaggio in 120 immagini sporche, cattive, perfette, da ascoltare. 120 racconti intimi, appena sussurrati che i curatori sono in grado di ricollocare nella vita di Gianni Sassi, nella vita di ciascuno di loro.

Per completezza di informazione intorno a Gianni Sassi, lo Studio Azzurro propone un montaggio di immagini tratte da dieci anni di Milano Poesia mentre Lelli & Masotti presentano il libro fotografico “Stratos e Area”, Arcana edizioni.

In un angolo a parte c’è un libro un po’ catalogo o, se preferite, un catalogo un po’ libro di immagini e racconti, di bugie e segreti dal titolo GIANNI SASSI. UNO DI NOI (e i curatori confermano).