IL POST-UMANO NON ESISTE. Una lettera di *** a *** su una situazione di [...]

car* *****,

qui per me è l’inferno. devo ritirarmi. mi dispiace. spero non mi prenderai a calci.
veramente non so dove girarmi. a breve ricoverano *** per un paio di giorni per degli esami (semplici e non preoccupanti, ma da fare). *** non sta bene e anche lui forse lo tengono in ospedale qualche giorno. sono totalmente solo nell’affrontare queste cose.
ho [...] “nemici” che stanno approfittando di questa situazione per incasinare certe faccende [...].
ho 2 cause in corso. il capo sta male e non viene mai in [...], devo fare tutto io. [...]

è al capolinea/stretta finale il libro di/su ***, e sto curando dettagli che mi prendono ore e ore di tempo strappato al sonno.

sto per scrivere ai curatori di un reading a *** [...] per dire che non vado. [...].

mi stanno coinvolgendo in altri progetti ancora, [...] e sto rifiutando. finirà che abbandono anche casa mia nuova a [...], ancora disabitata, e dove ci sono continui problemi tra l’altro.

al lavoro non c’è nessun part-time in vista. anzi forse un aumento del full.

lo so che è deludente il messaggio, e impressionante l’elenco. parziale, del resto. non sono né postmoderno né postumano, sono umano e limitato, soprattutto sono in una situazione di tragedia che – iniziata nel 1994 – si è inasprita negli ultimi anni.

ti abbraccio

***