“Storia di una foto”, a cura di Sergio Bianchi


 

Storia di una foto
a cura di Sergio Bianchi
Il libro
Milano,14 maggio 1977. Giorno di una manifestazione contro la repressione. Lo spezzone dell’«autonomia operaia» si stacca dal percorso ufficiale per sfilare sotto il carcere di San Vittore. Nei pressi della prigione, alcuni militanti di un collettivo di quartiere imboccano via De Amicis e, armi in pugno, sparano sulla polizia schierata per contenere i manifestanti. Un agente, Antonio Custra, viene colpito a morte.
Uno dei fotografi presenti immortala la figura di un dimostrante col passamontagna, solo, in mezzo alla strada, con le gambe divaricate e le braccia tese a impugnare con ambo le mani una pistola puntata verso la polizia. Quella foto diventa la rappresentazione dell’aspetto tragico del Movimento del ’77, e così nasce l’immagine-icona degli «anni di piombo». Un’immagine che è stata l’incubo di una generazione e che oltre trent’anni dopo continua a evocare un passato che non passa per tutti coloro che ne furono i protagonisti: i rivoltosi, le vittime, le istituzioni, i media e l’opinione pubblica.
Questo libro, che contiene una ricca documentazione iconografica, testi estratti dagli atti giudiziari, documenti politici dell’epoca, saggi di studiosi della comunicazione, testimonianze di alcuni protagonisti, offre per la prima volta la possibilità di analizzare a fondo il contesto politico e sociale e il retroscena che ha prodotto l’evento fissato in quell’immagine.
Testi di:
Sergio Bianchi, Umberto Eco, Paolo Fabbri, Tiziana Migliore, Toni Negri, Paolo Pozzi, Raffaella Perna, Marco Philopat, Franco Tommei, Benedetto Vecchi, Raffaele Ventura, Osvaldo Verri.
Sergio Bianchi ha curato i saggi: L’Orda d’oro. 1968-1977. La grande ondata rivoluzionaria e creativa, politica ed esistenziale (Feltrinelli, 19972); La sinistra populista (Castelvecchi, 1995); con Lanfranco Caminiti Settantasette. La rivoluzione che viene (DeriveApprodi, 20072) e i tre volumi de
Gli autonomi. Le storie, le lotte, le teorie (DeriveApprodi, 2007-2008). È inoltre autore del romanzo La gamba del Felice (Sellerio, 2005).
In libreria dal 27 aprile

Roma, AAR, 28-29 Aprile: XLOCUS

Installazioni Collaborative

Ersela Kripa + Stephen Mueller
Environmental Media

Paul Rudy
Sound

Jennifer Scappettone
Lyrics

28-29 Aprile 2011, ore 20.00-22.00

Inaugurazione 28 Aprile, ore 20.00

American Academy in Rome
Via Angelo Masina, 5 Roma

On Thursday, April 28 at 8 PM in the cortile of the McKim, Mead and White Building at the American Academy in Rome there will be an opening reception for a collaborative installation entitled X LOCUS, featuring environmental media by Founders Rome Prize winners in Architecture Ersela Kripa and Stephen Mueller, sound by Elliott Carter Rome Prize winner in Musical Composition Paul Rudy, and lyrics by Andrew W. Mellon Post-Doctoral Rome Prize winner in Modern Italian Studies Jennifer Scappettone. X LOCUS explores senses of dislocation and repatriation in the communities of the Academy, Rome, and the respective backgrounds of those who pass through here via traversals of sound, text, and visual projections onto the introverted cortile space. The installation raises issues of crisis, placelessness  and loss which cannot be represented as visual images; the organizers write, “Through a subversive use of the two-dimensional image in these shared spaces, we mean to generate experiences of reorientation.” X LOCUS will be on display Thursday, April 28 and Friday, April 29 from 8 to 10 PM.

du-champ’s mapping 1000 blogs

now

du-champ’s mapping 1000 webspaces

!!!