CONTRO LA DEMOLIZIONE DELL’ISTRUZIONE PUBBLICA IN ITALIA

Angelo Bonelli: “questa situazione di tensione e le proteste sono dovute all’arroganza del ministro Gelmini che rifiuta ogni tipo di confronto sulla riforma e che intende creare un’istruzione per poveri ed una per ricchi”. “La riforma Gelmini rischia di affossare la ricerca in Italia non solo e non tanto per i fondi che sono stati tagliati alla ricerca e che devono essere ripristinati al più presto, ma perché con il ddl Gelmini viene meno l’autonomia dei ricercatori e dei docenti. Quella degli studenti e dei ricercatori è una giusta rivolta morale che va sostenuta

[fonte: http://www.repubblica.it/scuola/2010/11/30/dirette/riforma_il_giorno_del_voto_sit-in_a_montecitorio_e_proteste-9669468/%5D