30 maggio, Coordinamento nazionale di Stoprazzismo

Il prossimo Coordinamento nazionale di Stoprazzismo si terrà a
ROMA, domenica 30 maggio alle ore 11
c/o sede Unicobas in via Tuscolana 9
(tel. 06.70302626)
Cliccando qui trovate anche il programma del II convegno nazionale.

La prossima riunione del Coordinamento nazionale StopRazzismo si incentrerà fondamentalmente sulla preparazione del 2° Convegno nazionale del 19-20 giugno a Roma che sta suscitando molto interesse. In questo senso il Convegno va acquisendo un’importanza speciale per la costruzione di StopRazzismo che nell’attuale difficile contesto di lotta contro ogni forma di razzismo e discriminazione rappresenta un punto di riferimento per tante persone, realtà e associazioni impegnate nella solidarietà e nell’antirazzismo. Nella riunione è importante riportare gli elementi di bilancio del 1° maggio e le informazioni inerenti la preparazione del Convegno.

La proposta è di affrontare nella riunione tre punti:

1. Una discussione di valutazione sulla situazione nazionale d’assieme con un riferimento ai risultati ottenuti con le iniziative locali di mobilitazione del 1° maggio.

2. Preparazione del 2° convegno nazionale di StopRazzismo

3. Situazione finanziaria

Per informazioni:

www.stoprazzismo.org

Appello per la libertà di stampa (dal sito di Laterza)

da http://www.laterza.it/appello.asp

*

Il disegno di legge 1425 contenente le norme in materia di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali, dopo essere stato approvato alla Camera e integrato alla Commissione giustizia del Senato sta per essere discusso in Senato.

Così com’è, la legge rischia di compromettere un diritto dei cittadini, tutelato dalla nostra Costituzione: quello di informazione e di critica.

Ci riferiamo in particolare alle modifiche alle disposizioni attualmente vigenti in merito alla possibilità di pubblicare una sintesi degli atti giudiziari (che siano intercettazioni o interrogatori o qualunque altro documento) non più coperti da segreto prima della conclusione dell’udienza preliminare.

Inoltre la legge in discussione in Parlamento aggancia il divieto di pubblicazione a un’altra legge esistente (la 231 del 2001) relativa alla responsabilità amministrativa delle imprese per reati commessi dai dipendenti nell’interesse aziendale. Con il risultato di inasprire le sanzioni previste sia per i giornalisti (fino a 20.000 euro) sia per gli editori (fino a 465.000 euro). Editori che vengono spinti ad un controllo preventivo sull’operato di giornalisti e autori, attraverso l’acquisizione preliminare di informazioni rilevanti sulle loro inchieste.

Se la legge fosse approvata, per far solo un esempio, oggi probabilmente l’opinione pubblica italiana nulla saprebbe della vicenda che ha portato alle dimissioni del ministro Scajola…

Riteniamo dunque che il nostro paese corra il rischio di una grave limitazione della libertà di stampa, parte essenziale di uno Stato di diritto liberale e democratico. E questo vale non solo per i giornali ma anche per i libri, che svolgono anche in Italia una funzione essenziale per consentire ai cittadini una scelta democratica libera e consapevole.

Ancor più grave sarebbe poi l’effetto sulla società civile. Come chiarito dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, la cronaca giudiziaria è essenziale in democrazia per consentire ai cittadini di verificare il corretto funzionamento della macchina della giustizia. Privati delle informazioni necessarie non potrebbero formarsi una opinione equilibrata sulla legittimità delle azioni intraprese dalla magistratura, come invece nei recenti casi sopra citati la cronaca giudiziaria ha consentito loro di fare.

*

PER FIRMARE L’APPELLO:
http://www.laterza.it/appello.asp

26 maggio: Ulrike Draesner al Goethe Institut

Nel corso della conferenza: TENDENZE DELLA POESIA CONTEMPORANEA IN ITALIA E IN GERMANIA

ULRIKE DRAESNER parlerà della raccolta di poesie
VIAGGIO OBLIQUO edita da Lavieri a cura di CAMILLA MIGLIO

Lettura e Tavola rotonda
Mercoledì 26 maggio 2010, ore 19:30
Auditorium del Goethe-Institut – Via Savoia 15, Roma
Traduzione simultanea
Ingresso libero

Andrea Inglese all’Università di Lecce

Lunedì 31 maggio, presso l’Aula Ferrari della Facoltà di Lettere e
Filosofia dell’Università del Salento – Edificio Codacci Pisanelli,
inizio ore 9 e 30, si terrà un Seminario sulla poesia contemporanea
con Andrea Inglese, poeta e traduttore, saggista e redattore del blog
letterario Nazione Indiana (www.nazioneindiana.com). A seguire, dalle
ore 18 e 30, presso il Monastero degli Olivetani – Sala Chirico, si
svolgerà un workshop su “Poesia e nuove scritture” curato dall’autore.
Andrea Inglese è considerato uno degli scrittori più interessanti nel
panorama contemporaneo della scrittura di ricerca in Italia (la sua
ultima raccolta di poesie, “La distrazione”, Luca Sossella editore, ha
vinto il Premio Montano 2009; le sue ultime prose sono confluite nel
volume collettivo “Prosa in prosa” edito da Le Lettere, nella collana
Fuoriformato curata da Andrea Cortellessa), ed è anche attivo come
saggista e traduttore.

http://www.nazioneindiana.com/2007/07/03/da-quello-che-si-vede/

http://www.nazioneindiana.com/2006/06/16/scrittori-e-scriventi-libri-ragionamento-intorno-all%E2%80%99idea-di-ricerca-letteraria/

http://www.nazioneindiana.com/2010/02/10/per-una-critica-futura-n%C2%B0-56-editoriale/

http://www.nazioneindiana.com/2007/04/17/postumi-lo-scrittore-dopo-la-sbronza-della-fine-della-storia/

http://www.carmillaonline.com/archives/2010/04/003439.html#003439

28 maggio, Achille Perilli _ L’imagination est tout

_

Achille Perilli
L’imagination est tout
a cura di Nadja Perilli e Massimo Riposati


“In una ipotesi di lettura circolare del tempo, dove ogni istante rappresenti il passato ed il futuro di se stesso, l’opera complessiva di Achille Perilli
merita dunque di essere letta unitariamente, in una contemporaneità assoluta, in un tentativo di somma e riassunto della molteplicità di esperienze che lui ha criticamente e plasticamente attraversato.
La sua immaginazione non riproduce il reale ma costituisce il fulcro di una energia, di una potenza creatrice inscritta nei luoghi fisici di una “insana geometria”, insana e purissima al di là e forse al di sopra delle formulazioni classicamente euclidee, perchè, come sostiene Paul Klee, l’immaginazione non riproduce il visibile ma rende visibile ciò che senza di lei resterebbe nell’ombra o nel nulla.”

Massimo Riposati

*
Limen otto9cinque
via Tiburtina, 141
00185 Roma
http://www.limen895.com