Il premio Renato Giorgi 2006 a Elio Talon

Sabato 4 novembre si è svolta la cerimonia di premiazione della XII edizione del premio di poesia Renato Giorgi, a Sasso Marconi (Bologna).

Dal comunicato:

L’edizione del 2006 è la dodicesima del premio nazionale di poesia “Renato Giorgi”. Un premio che nasce a Sasso Marconi, ma che nel corso degli anni ha visto aumentare esponenzialmente l’attenzione riservatagli da poeti e critici di tutta Italia. Soprattutto per il suo essere indirizzato esclusivamente verso sillogi inedite, quindi con un valore di termometro per quanto parziale delle tendenze della poesia italiana. Il Premio, dedicato alla memoria di Renato Giorgi, composita figura di partigiano, scrittore e uomo politico, è realizzato con il contributo dall’amministrazione di Sasso Marconi e organizzato dal locale Circolo culturale “Le voci della luna” (oggi anche casa editrice) con la partecipazione della Provincia di Bologna e di Arci Bologna.

Sabato 4 novembre, alle ore 20:30 nel Teatro comunale “G. Marconi” di Sasso Marconi (piazza Martiri) ha luogo la cerimonia di premiazione. Sono presenti l’assessore alla cultura del Comune di Sasso Marconi, Adriano Dallea, e i membri della giuria composta dai poeti Gregorio Scalise, Mara Cini, Ivan Fedeli, dall’editore Fabrizio Bianchi e dal narratore ed esperto di poesia migrante Davide Bregola.

Ad essere premiato è ELIO TALON, trentaseienne nativo di Caorle in provincia di Venezia ma residente oramai da moltissimi anni a Bologna. Il premio consiste nella pubblicazione in volume della silloge inedita, presentata al vaglio del Premio da questo autore. Da quella silloge è nata Sideralia, raccolta dei testi poetici di Talon, presentata in questa occasione. Come tradizione, del volume 50 copie vengono consegnate all’autore. La restante tiratura è distribuita mediante i tradizionali canali dell’editoria. La pubblicazione è stata curata dall’editrice “Le voci della luna”, giovane
costola del Circolo culturale di Sasso. Insieme a Talon, sono premiati anche altri due poeti ritenuti meritevoli dalla giuria: il veneto Fabio Franzin e l’umbra Brunella Bruschi.