bina 65 + gammm

è uscita la sessantacinquesima “bina”. con prose di Éric Suchère tradotte da Massimo Sannelli.

chi volesse riceverla può scrivere all’indirizzo bina_posta@yahoo.it inviando un messaggio come questo: “desidero ricevere regolarmente la vostra lettera-dono BINA a questo mio indirizzo email”.

*

segnalo inoltre che su GAMMM compare ora un’elaborazione grafica legata al testo di Susana Gardner, Scrawl (Dusie, 2006).

Due nuovi chapbooks: di A.Inglese e M.Giovenale

andrea inglese_ quello che si vede_ arcipelago 2006m.giovenale_ numeri primi_ arcipelago 2006Escono per la collana ChapBooks, curata da Gherardo Bortolotti e Michele Zaffarano per Arcipelago Edizioni, due nuovi libri: le poesie di Quello che si vede, di Andrea Inglese, e le prose di Numeri primi, di Marco Giovenale. Per richiederli, si può scrivere a info@arcipelagoedizioni.com oppure telefonare al numero 0236525177. I libri saranno a breve disponibili anche nelle librerie indicate in fondo a questa pagina.

Fabio Gori 1855

Assolutamente da visitare la biblioteca digitale dell’Archivio viaggiatori italiani di Roma e del Lazio.

“Al di là del fiume si scorge un tumolo di pietre rosse che gli Schiavi conducevano per barca a Roma. Il colle è tagliato in tante bizzarre maniere che in un angolo forma una porta, ed in altri profonde grotte. Dove il tempo non lo imbrunì nelle parti meno aride i licheni vegetano e col bruno e lionato colore meschiano il proprio. Di tratto in tratto escono da quegli antri i Salnitrari che allacciati i calzoni di pelle al collo, con lunghi capelli, ispida barba ed atri cappelli sembrano tanti selvaggi se non i romani lapicìdi. Dietro al colle gira quadra la Torre del Cervaro”

:
(Fabio Gori, VIAGGIO PITTORICO-ANTIQUARIO DA ROMA A TIVOLI E SUBIACO SINO ALLA FAMOSA GROTTA DI COLLEPARDO DESCRITTO LA PRIMA VOLTA DA FABIO GORI con importanti scoperte archeologiche del Medesimo Autore, Roma , 1855, Parte I)

Nuovo numero (15) di “Qui – Appunti dal presente”

 

È uscito il n.15 (ottobre 2006) di “QUI – Appunti dal presente”, la rivista curata da Massimo Parizzi. Il titolo è Fuori casa.

Dalla quarta di copertina: “Prima, questo titolo pensava a Veronica, che da Kiev va in vacanza in un piccolo paese su un lago in Ucraina; a Giorgio, che da Milano va in Slovacchia, da dove viene sua moglie; a Jihane, che da Casablanca va per lavoro in un douar nella campagna marocchina; ad Antonio che, in missione per l’ambasciata italiana di Hanoi, va presso le “tribù delle colline” nel nord del Vietnam; a Ken, americano espatriato in Thailandia. (Troverete qui le loro pagine di diario, i loro saggi, i loro racconti). … Poi, dal 12 luglio, questo titolo ha cambiato senso. Israele ha invaso il Libano. Si è parlato di un milione di profughi”

Continue reading